REDDITOMETRO

Novità del DL 78/2010 – Decorrenza DI PELLEGRINO

L’art. 22 del DL 78/2010 ha modificato la modalità di accertamento sintetico, sia in riferimento al c.d. "redditometro" sia in merito all’incremento per la spesa patrimoniale. Tuttavia, la nuova disciplina, che dovrà essere completata mediante l’emanazione di un apposito decreto attuativo, si applicherà a partire dagli accertamenti relativi al periodo d’imposta 2009, con la conseguenza che, per il pregresso, continua ad operare l’art. 38 del DPR 600/73 nella versione ante DL 78/2010. Il "vecchio" accertamento sintetico, tra l’altro: – è legittimo solo se il reddito accertato sinteticamente si discosta di almeno un quarto dal reddito netto dichiarato dal contribuente; – se basato sul c.d. "redditometro", postula che lo scostamento di cui al punto precedente si sia protratto per almeno due periodi d’imposta; – se fondato sull’incremento della spesa patrimoniale, comporta l’operatività della presunzione secondo cui la spesa si presume sostenuta, per quote costanti, nell’anno in cui è stata sostenuta e nei quattro precedenti.

Fonte: ilquotidianodelcommercialista del 4 giugno 2010  


Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /web/htdocs/www.campagnolaadvisers.it/home/wp-content/themes/campagnola_adv/single.php on line 66