MODELLO 730/2010

Principali novità (circ. Assonime 19.4.2010 n. 13) DI DE VICO

La circ. Assonime 19.4.2010 n. 13 si è occupata delle novità contenute nel modello 730/2010, relativo ai redditi 2009, in considerazione dell’avvicinarsi dei termini per la presentazione. Il modello, infatti, deve essere presentato entro il: – 30.4.2010 al sostituto d’imposta, se quest’ultimo ha comunicato entro il 15.1.2010 di voler prestare assistenza fiscale diretta; – oppure entro il 31.5.2010 ad un CAF-dipendenti o ad un professionista abilitato all’assistenza fiscale (dottori commercialisti, esperti contabili e consulenti del lavoro). In materia di detrazioni d’imposta, è possibile fruire della nuova detrazione IRPEF del 20% delle spese sostenute dal 7.2.2009 al 31.12.2009 per l’acquisto di mobili, elettrodomestici di classe energetica non inferiore ad A+ (esclusi frigoriferi e congelatori, per i quali si applica una specifica disciplina), apparecchi televisivi e computer, finalizzati all’arredo di immobili ristrutturati, ai sensi dell’art. 2 del DL 5/2009 (conv. L. 33/2009). Con riferimento alle spese sostenute nell’anno 2009 sono state prorogate varie detrazioni d’imposta, fra cui quella del 36% prevista per gli interventi di recupero del patrimonio edilizio e del 55% per gli interventi di riqualificazione energetica degli edifici esistenti. Alcune sezioni del Modello 730 di quest’anno sono dedicate ai soggetti colpiti dal terremoto che si è verificato in Abruzzo il 6.4.2009. È previsto che detti soggetti possano fruire di un credito d’imposta per la riparazione, la ricostruzione o il riacquisto degli immobili danneggiati. Per gli immobili nella Regione Abruzzo di proprietà, inoltre, il reddito è ridotto del 30%, qualora siano stati concessi in locazione o in comodato a soggetti residenti (o stabilmente dimoranti) nei territori colpiti dal sisma, le cui abitazioni principali siano state distrutte o dichiarate inagibili. Un ulteriore elemento di novità riguarda la possibilità, per i lavoratori dipendenti del settore privato che hanno percepito dal datore di lavoro compensi per incremento della produttività per i quali è prevista un’imposta sostitutiva dell’IRPEF del 10%, di scegliere il regime di tassazione ordinaria di detti compensi. Si ricorda, infine, che, in via sperimentale, è prevista una detrazione IRPEF per il personale pubblico del comparto sicurezza, difesa e soccorso con un reddito complessivo di lavoro dipendente non superiore, nell’anno 2008, a 35.000 euro. La riduzione dell’imposta massima prevista è di 134 euro.

Fonte: ilsole24ore del 22 aprile 2010 p. 28


Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /web/htdocs/www.campagnolaadvisers.it/home/wp-content/themes/campagnola_adv/single.php on line 66