IMPOSTE INDIRETTE – IRES – DEDUCIBILITA’ DEGLI INTERESSI PASSIVI

NOVITA’ DELLA FINANZIARIA 2008 di Gaiani

La L. 24.12.20007 n. 244 modifica la disciplina del reddito delle società di capitali in riferimento all’aliquota ed alla base imponibile. Infatti, si effettua la modifica all’art. 77 del TUIR, riducendo l’aliquota nominale al 27,50% e il contestuale ampliamento della base imponibile attraverso l’abrogazione degli ammortamenti anticipati (art. 102 co. 3) e l’introduzione della soglia di deduzione degli interessi passivi (art. 96).

A decorrere dall’esercizio successivo a quello in corso al 31.12.2007, le società di capitali dovranno stabilire quanti interessi ammettere in deduzione, guardando alle voci di bilancio: infatti, gli interessi passivi al netto degli interessi attivi sono ammessi in deduzione nel limite del 30% del c.d. ROL (ovvero la differenza tra valore e costi di produzione a cui vanno aggiunti gli ammortamenti e i canoni di leasing).

Alla luce delle nuove disposizioni, sembra che le imprese che svolgono l’attività in settori poco redditizi saranno penalizzate sugli interessi sostenuti per la gestione del circolante.

Fonte: Ilsole24ore del 11/01/2008 pag. 68