IVA – ACCERTAMENTO E RISCOSSIONE

Misure di contrasto alle frodi in materia di IVA – Reverse charge – Cessione di immobili strumentali – Applicabilità dall’1.10.2007 di Tosoni

Dall’1.10.2007, il meccanismo del "reverse charge" (inversione contabile), di cui all’art. 17 co. 5 del DPR 633/72, si applicherà anche alle cessioni di fabbricati strumentali, potenzialmente esenti da IVA, se il regime di imponibilità discende dall’opzione esercitata dal soggetto passivo ex art. 10 n. 8-ter) lett. d) del DPR 633/72. La suddetta estensione dell’inversione contabile, prevista dal DM 25.5.2007, non trova, invece, applicazione nei casi in cui è escluso l’esercizio dell’opzione per l’imponibilità IVA, in quanto la cessione è soggetta ad imposta in via "naturale" (art. 10 n. 8-ter) lett. a), b) e c) del DPR 633/72). Per effetto del reverse charge, spetta al cessionario assolvere l’imposta, previa integrazione della fattura ricevuta, senza addebito del tributo, dal cedente.

Fonte: ilsole24ore, del 27 settembre 2007, p. 33


Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /web/htdocs/www.campagnolaadvisers.it/home/wp-content/themes/campagnola_adv/single.php on line 66