Sindaci responsabili delle errate valutazioni per coprire le perdite

“Spetta ai creditori sociali o al curatore fallimentare provare il nesso causale tra omissioni dei sindaci e danni

A fronte di errate appostazioni in bilancio – in particolare, valutazioni degli ammortamenti e delle immobilizzazioni operate in violazione dei principi contabili – che precludono la immediata emersione della perdita del capitale sociale, e’ configurabile la responsabilita’ dei sindaci/revisori che si limitino a denunciare uno squilibrio della struttura patrimoniale e finanziaria della societa’ e l’esigenza di un risanamento, senza preoccuparsi di assicurare l’adempimento dell’obbligo gestorio di procedere a corrette valutazioni, per di piu’ esprimendo parere favorevole in ordine alla distribuzione di utili solo apparentemente conseguiti. Sono queste le indicazioni che emergono dalla sentenza n. 21662/2018 della Cassazione, gia’ presa in esame su Eutekne.inf…”

 

[Continua al link https://www.eutekne.info:443/Sezioni/Articolo.aspx?ID=691391] …