Nuova definizione per gli Stati a fiscalita’ privilegiata

Il nuovo art. 47-bis del TUIR prevede criteri diversi a seconda che il socio italiano detenga o meno il controllo della partecipata estera

“L’art. 5 dello schema di DLgs. di attuazione della direttiva 2016/1164/UE riscrive, dopo i numerosi (e non sempre coordinati) interventi degli ultimi anni, le disposizioni in materia di Stati o territori a regime fiscale privilegiato, introducendo nel TUIR il nuovo art. 47-bis, che reca la relativa definizione, e modificando gli articoli che riguardano la tassazione dei dividendi e delle plusvalenze nelle parti che interessano i rapporti con tali Stati. Benche’ non vi sia nella direttiva 2016/1164/UE una menzione specifica di interventi su queste materie, le modifiche sono evidentemente legate a quelle che la stessa direttiva ha previsto per il regime CFC, a fronte delle quali lo stesso schema di DLgs. attuativo prevede la riscrittura press…”

 

[Continua al link https://www.eutekne.info:443/Sezioni/Articolo.aspx?ID=690535] …