Il Fisco puo’ rettificare in via presuntiva il bilancio della societa’

Non essendo un atto pubblico, il bilancio puo’ essere contestato senza accertare la sua falsita’ in sede penale o civile

“Gli amministratori di una societa’ di capitali, che redigono il bilancio secondo le norme civilistiche di cui agli artt. 2423-2426 c.c., non rivestono la qualita’ di pubblici ufficiali e, pertanto, il bilancio di esercizio non puo’ essere annoverato fra gli atti che fanno piena prova, sino a querela di falso, della “corrispondenza al vero delle attestazioni” che vi sono contenute ex art. 2700 c.c. Muovendo da questo assunto la Cassazione, con ordinanza del 24 agosto 2018 n. 21106, giunge a ritenere che l’Agenzia delle Entrate puo’ rettificare il bilancio di esercizio di una societa’ di capitali, contestando i criteri di redazione utilizzati, al fine di far emergere la sussistenza di un debito tributario evaso o l’insussistenza di un credito domandato a…”

 

[Continua al link https://www.eutekne.info:443/Sezioni/Articolo.aspx?ID=690318] …